L’ExFilanda veste Open Source:

 In Notizie

Il progetto di recupero e gestione della EX-FILANDA di Sulbiate è un progetto SPERIMENTALE, INNOVATIVO ed APERTO.

Sperimentale perché propone un nuovo modo di fare, un fare collaborativo in uno spazio dal grande valore architettonico e funzionale. Punta all’attivazione di processi di sviluppo del capitale sociale ed umano territoriale e la creazione di nuovo lavoro innovativo a partire appunto dalla gestione con un forte radicamento locale.

Noi di Make in Progress abbiamo pensato a realizzare una proposta d’arredi eccezionale per rendere vivibile e funzionale gli 800 mq dell’intera struttura.

La proposta che abbiamo sviluppato ha previsto la collaborazione di PoliFectory in quanto Makerspace affermato del Politecnico di MIlano. Insieme abbiamo studiato una suddivisione degli spazi secondo le attività presenti in ExFilanda e una fornitura adeguata alle esigenze.

Per questo progetto d’arredo si è ricorsi ad un partner d’eccezione, Open Desk un’idea rivoluzionaria di produzione de-localizzata: per cui non una sola fabbrica e un solo magazzino, ma una moltitudine di laboratori-fabbriche sparsi in tutto il mondo, che possono realizzare direttamente là dove serve, senza inutili spedizioni, magazzini, ecc …

Grazie a questa piattaforma opensource, siamo riusciti a trovare velocemente le soluzioni che più rispondevano ai nostri bisogni e abbiamo potuto scaricare liberamente i modelli cad da inserire in macchina.

La tipologia di lavorazione prevede l’utilizzo di una fresa a controllo numerico di 3 assi, con un piano d’appoggio di 2500 cm x 1300 cm.

Individuato il progetto e la tipologia di lavorazione, ci siamo potuti concentrare sulla scelta dei materiali, che grazie alla collaborazione con uno studio di progettazione di Milano ci ha permesso di trovare una soluzione economica e di grande impatto.

I due principali materiali scelti sono del Multistrato di Pino Cileno Evaporato di spessore 18 mm e un Valchromat MDF di spessore 19 mm, ovvero un derivato del legno composto da fibra a media densità.

La più bella del progetto è stata chiaramente quella in cui ci siamo “sporcati” le mani tagliando, limando e levigando i vari pezzi per procedere poi al assemblaggio.

Il risultato è sotto gli occhi di chiunque venga a bersi un caffè e conoscere la nostra realtà.

Recent Posts

Lascia un commento

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0

Digita e premi Invio per avviare la ricerca nel sito